DA VASTO A MAR SABA

E cosi,un comodo volo diretto dalla intramontabile capitale mi ha catapultata in Medio oriente.




Anche se avessi viaggiato bendata e senza sapere la destinazione, una volta varcata la porta dell’aereo, avrei capito dove fossi arrivata! Il caldo e un sole cocente sono gli ingredienti immancabili di questa terra anche se questa la chiamano una estate mite! Eh, si siamo ancora in piena estate e questo male non e’!


Dato che non c’e’ tempo da perdere ho avuto subito l’occasione di passare alcuni piacevoli giorni con Valentina e Giuseppe e dopo aver visitato Betlemme abbiamo fatto un allungo in pieno deserto di Giudea attraversando villaggi solitari circondati da sabbia.


Ad un tratto li sotto il blu del Mar Morto e le montagne di Giudea. Case in costruzione, baracche, una unica strada che giunge fino al Monastero di Mar Saba, il santuario piu’ antico del deserto di Giudea. Qui l’ingresso alle donne e’ vietato ma lo spettacolo da fuori e’ imperdibile. Siamo sulla vallata del fiume kidron che scorre fino al Mar Morto. Il monastero di Mar Saba è stato fondato nel 439 d.C. da un monaco bizantino Saba Archimandrita originario della Cappadocia e dedito all’eremitaggio.


Il monastero accoglieva 300 monaci. Oggi ce ne sono 25: dal piu’ anziano ottantaduenne al giovane venticinquenne. Ristrutturato dopo il terremoto del 1834 ha 14 cisterne, sale comuni e la vita monastica all’interno segue le regole ortodosse di preghiera, digiuno e liturgia. I monaci non hanno ne’ acqua corrente ne’ elettricita’.


Arrivati al monastero si puo’ parcheggiare la macchina, e godersi innanzitutto il silenzio. Con una piacevole camminata a piedi raggiungerete attraverso un sentiero ben tenuto un posto panoramico dal quale vedrete il Monastero di fronte a voi. Questo e’ il posto dal quale ho scattato la foto. Potete decidere di trattenervi quanto volete, se avete dei panini o avete voglia di bere un caffe’ e siete attrezzati per questo, e’ una ottima idea. L’ingresso al monastero e’ consentito agli uomini tutti i giorni tranne il mercoledi e il venerdi dalle 8 alle 16.


Consigli utili: attenzione si puo’ arrivare solo con un minivan da 7 o 9 posti perche’ l’ultimo pezzo di strada presenta delle curve a gomito non adatte ai minibus. Io consiglio vivamente di raggiungerlo con un taxi locale cosndierando che si trova a circa 15 km ad est di Gerusalemme. E’ anche possibile alloggiare in loco.


Di sicuro una giornata indimenticabile, mistica e fuori dai circuiti cittadini!



You Might Also Like:
YE1909752_l
DSCN3438
Jaffa
_DSC1885_edited
64210_161555830669682_798977410_n
Chi Sono

Sono Rebecca Galante, italiana residente in Israele e una guida turistica. Accompagno clienti individuali e gruppi, preparo itinerari a seconda delle vostre esigenze 

Leggi piu

 

Search by Tags

© 2017 - Rebecca Galante - Guida Turistica in Israele +972-526616424